Scrolla al contenuto principale

Cos’è il Freezing della Marcia?

Il Freezing della Marcia è un sintomo comune della malattia di Parkinson che colpisce dal 50 all’80% delle persone con Parkinson (Perez-Lloret 2014). È un sintomo episodico, nel senso che, all’improvviso, il paziente non riesce più ad andare avanti, nonostante provi a farlo con tutta la sua volontà. Le persone che hanno sperimentato questo sintomo raccontano che la sensazione è quella di avere i piedi attaccati al pavimento. Il Freezing in genere dura solo un paio di secondi e può essere scatenato da alcune particolari situazioni come attraversare una porta o passare da un tipo di pavimento a un altro. Anche ruotare, iniziare a camminare o aggirare gli ostacoli può causare il Freezing, mentre lo stress o l’ansia possono peggiorare i sintomi. Ciò potrebbe accadere, ad esempio, quando viene messa fretta.

Anche gli episodi di Freezing contribuiscono in modo significativo al rischio di caduta per le persone affette dalla malattia di Parkinson. Il settanta per cento dei pazienti subisce una caduta ogni anno, portando a lesioni significative e perdita di mobilità nel complesso (Wood 2002). Durante un episodio, il paziente si ferma improvvisamente o fa passi brevi e rapidi, mentre il tronco continua a muoversi in avanti. Ciò causa uno squilibrio che può portare a una caduta.

I sintomi sono difficili da trattare in quanto non sempre rispondono bene alle terapie farmacologiche standard (Levodopa) e alla stimolazione cerebrale profonda (DBS). Quasi il 50% dei pazienti con malattia di Parkinson sperimenta il Freezing della Marcia durante i periodi di “terapia farmacologica” quando altri sintomi sono ben gestiti dalla Levodopa (Perez-Lloret 2014). L’unmet need (tr. “bisogno non soddisfatto”) che rimane dopo i farmaci e la DBS per il trattamento del Freezing può essere affrontato con la Terapia Gondola AMPS.

Il Dispositivo Medico Gondola consente ai pazienti di ricevere la terapia AMPS non invasiva che riduce significativamente il freezing della marcia. I vantaggi documentati dimostrano miglioramenti significativi nelle capacità di deambulazione, tra cui velocità, lunghezza del passo, variabilità dell’andatura e rotazione.

Riferimenti

Perez-Lloret S, Negre-Pages L, Damier P, et al. Prevalence, Determinants, and Effect on Quality of Life of Freezing of Gait in Parkinson Disease. JAMA Neurol. 2014;71(7):884–890. doi:10.1001/jamaneurol.2014.753

Wood BH, Bilclough JA, Bowron A, Walker RW. Incidence and prediction of falls in Parkinson’s disease: a prospective multidisciplinary study. J Neurol Neurosurg Psychiatry. 2002 Jun;72(6):721-5. doi: 10.1136/jnnp.72.6.721. PMID: 12023412; PMCID: PMC1737913.